Primo giorno: da Firenze a Castiglione d’Orcia

screenshot-www google it 2016-08-02 18-16-40

La partenza

Decidere di intraprendere un viaggio non è mai semplice, tanto meno per noi che siamo dislocate in lungo e largo per l’Italia. Il primo ostacolo nello start del progetto è stato proprio individuare il luogo da cui partire per scoprire l’Italia: in maniera del tutto simbolica, abbiamo deciso di dare il via alle Curve Italiane da Firenze.
Perché Firenze? La città del Sommo Poeta Dante Alighieri viene universalmente riconosciuta come la culla della nostra cultura ma, in maniera molto più pratica, è la città più comoda per iniziare gli spostamenti che ci condurranno verso il vero punto di inizio della nostra avventura.

Francesca Salvatore, tarantina con passaporto leccese, ha deciso di iniziare il suo viaggio con le Curve Italiane proprio dalla sua città natale. Partirà da Taranto, la mattina del 18 settembre, per raggiungere Napoli in treno. Qui incontrerà Martina Sannino, napoletana doc e, dopo aver consumato un lauto pranzo partenopeo a base di specialità locali, alle 23.30 saliranno insieme a bordo dell’autobus che le condurrà a Firenze.
Dal capo opposto d’Italia, invece, partirà Francesca Galici, sarda nel midollo ma trapiantata a Como, che da qui partirà per raggiungere Milano in solitaria da dove, alle 20.45, partirà per raggiungere Firenze.

Ci incontreremo alle prime luci dell’alba e avremo giusto il tempo di consumare una veloce colazione prima di salire, stavolta insieme, sul treno regionale 11747 delle 6.20 che ci condurrà a Siena. Qui, alle 10.50 circa, prenderemo l’autobus che ci condurrà nel cuore della Val d’Orcia, a Torrenieri per l’esattezza, da cui comincerà il vero viaggio a piedi delle Curve Italiane. Non ci saranno più orari definiti e treni da prendere (o da perdere), ci muoveremo per lo più a piedi e ci affideremo ai mezzi di trasporto locale solo nella stretta necessità.

Il viaggio a piedi

Da Torrenieri, a piedi, raggiungeremo San Quirico d’Orcia, dove saremo ospiti della Locanda di Fonte alla Vena, locale tipico in cui degusteremo le migliori prelibatezze locali. Seguiremo un breve tratto di Strada Francigena, dal bivio di Montalcino fino all’ingresso del paese: non sappiamo quanto ci impiegheremo –per questo dovrete aspettare l’inizio del viaggio e continuare a seguirci– ma contiamo  di raggiungere San Quirico entro l’ora di pranzo.

Giusto il tempo di degustare le prelibatezze preparate da Luciano e di scambiare quattro chiacchiere con lui, che per noi sarà già tempo di rimetterci in cammino per raggiungere Castiglione d’Orcia e Podere Casella Manetti, dove saremo ospiti per la notte. Ci renderemo disponibili per dare una mano in azienda, parleremo con i titolari e ci faremo raccontare la loro storia, immersi nella scenografia della Val d’Orcia e di questo antico casolare.


Gli indirizzi

Via Dante Alighieri, 147 – San Quirico d’Orcia (Siena)

Località Podere Casella 8 – Castiglione d’Orcia (Siena)

Riepilogo tappa e costi

  • Treno Taranto-Napoli | 9,90€ – 4.10 ore di viaggio
  • Autobus Napoli-Firenze | 19,50€ – 5.30 ore di viaggio
  • Treno Como-Milano | 4,60€ – 50 minuti di viaggio
  • Autobus Milano-Firenze | 9,50€ – 4.40 ore di viaggio
  • Treno Firenze-Siena | 9,10 € – 1.30 ore di viaggio
  • Autobus Siena-Torrenieri | 4,20€ – 1 ora di viaggio

 

Annunci

7 pensieri su “Primo giorno: da Firenze a Castiglione d’Orcia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...